La procedura di smaltimento di toner esausto e delle cartucce esaurite prevede, secondo la normativa vigente, la compilazione di alcuni documenti che permettono di identificare e tracciare il rifiuto speciale.

Il nostro servizio include la gestione di queste pratiche  e la presentazione agli organi competenti della modulistica necessaria richiesta dalla legge.

Richiedi informazioni o Prenota Ritiro: info@cartuccetorino.it

Formulario

Il formulario di identificazione del rifiuto (FIR), è il documento indispensabile per la tracciabilità del rifiuto speciale. È parte integrante del registro di carico e scarico, di cui riporta gli estremi ed anche il numero progressivo della registrazione di scarico per il produttore del rifiuto e carico per l’azienda adetta allo smaltimento o recupero. Sul formulario devono essere presenti questi dati:

  • dati del detentore del rifiuto
  • origine, tipologia e quantità del rifiuto (peso stimato se da verificare a destino)
  • impianto di destinazione e tipologia di recupero/smaltimento
  • dati del trasportatore e del conducente del mezzo e tipologia di trasporto
  • data e percorso dell’instradamento, se diverso dal più breve
  • dati del destinatario, in particolare l’autorizzazione o la comunicazione preventiva con iscrizione nel registro provinciale

Il formulario deve essere redatto in 4 copie e deve essere conservato per almeno 5 anni dalla data dell’emissione e per tutto il tempo per il quale è prescritta la conservazione dei registri che integra. Questi documenti devono essere numerati e vidimati dagli uffici dell’Agenzia delle Entrate o dalle CCIAA o dagli uffici provinciali e regionali competenti in materia di rifiuti e devono essere annotati sul registro iva-acquisti.

Modello Unico di Dichiarazione Ambientale (M.U.D.)

Le aziende che producono e smaltiscono rifiuti pericolosi (es.: toner prodotti con sostanze classificate come pericolose, monitor), sono obbligate per legge a presentare il Modello Unico di Dichiarazione Ambientale, entro il 30 aprile di ogni anno con riferimento all’anno precedente. Nella dichiarazione devono essere indicati tutti i dati relativi ai registri di carico e scarico che riguardano i rifiuti speciali prodotti e smaltiti. Il documento deve essere trasmesso telematicamente alla camera di commercio competente. Per approfondimenti consultare questo sito.